Vai al contenuto

Questi criteri relativi a URL e pagine di destinazione ti aiuteranno a capire quali URL sono considerati accettabili e quale tipo di comportamento devono aspettarsi gli utenti quando selezionano il tuo annuncio. Gli URL devono descrivere accuratamente la pagina di destinazione dell'annuncio, ad esempio. Inoltre, le pagine di destinazione devono essere caricate e funzionare normalmente; contenuti di disturbo o fraudolenti non sono consentiti.

Tipi di URL

  • URL di visualizzazione: l'indirizzo della pagina Web che viene visualizzato nel testo dell'annuncio.
  • URL finale: la versione aggiornata dell’indirizzo URL della pagina del sito Web a cui le persone accedono facendo clic su un annuncio da un desktop o computer portatile.
  • URL di monitoraggio: l’indirizzo che consente di monitorare il rendimento.
  • URL della pagina di destinazione: l'indirizzo della pagina Web finale che gli utenti visualizzano dopo aver fatto clic su un annuncio.

URL finale e della pagina di destinazione

L’URL finale deve funzionare correttamente e condurre a un unico sito Web funzionante. Non può collegarsi a un indirizzo e-mail o a un file o reindirizzare a una pagina con codice di stato 404 o con altro stato 4xx.

Illustrazione di un annuncio che conduce a un URL di destinazione che funziona correttamente e porta a un unico sito Web funzionante/Illustrazione di un annuncio che conduce a un indirizzo e-mail, a un file o a una pagina con un codice di errore 404 o 4xx

URL di visualizzazione

  • L’URL finale definisce l’URL visualizzato. È tuttavia possibile aggiungere sottocartelle di contenuti pertinenti.

URL non corrispondenti

  • L'URL di visualizzazione deve corrispondere all'URL della pagina di destinazione.
  • Se viene utilizzato un modello di monitoraggio per reindirizzare l’utente, il dominio e il contenuto dell’URL della pagina di destinazione devono corrispondere al dominio e al contenuto dell’URL finale.
Illustrazione di un annuncio con un URL visualizzato collegato all'URL di una pagina di destinazione diversa.
Illustrazione di un annuncio con un URL visualizzato collegato all'URL di una pagina di destinazione diversa.

URL non corrispondenti accettabili

Limitatamente alle seguenti circostanze, URL di visualizzazione e URL della pagina di destinazione non corrispondenti sono accettabili.

  • URL di monitoraggio impiegati per scopi di monitoraggio legittimi con reindirizzamenti. URL finali con reindirizzamenti che non corrispondono agli URL visualizzati sono accettabili purché il dominio di livello superiore dell’URL visualizzato e il dominio di livello superiore dell’URL della pagina di destinazione corrispondano.
Approvato (esempio)  Approvato (esempio)

URL di visualizzazione: www.Contoso.com
URL finale: contosotracking.com/…
URL della pagina di destinazione: www.Contoso.com

  • Deep link descrittivi. A scopo descrittivo, nell'URL di visualizzazione possono essere utilizzati sottodomini o cartelle che non corrispondono al sottodominio o alle cartelle dell'URL della pagina di destinazione a condizione che il dominio di primo livello corrisponda e che il sottodominio o la cartella descriva adeguatamente la sezione del sito a cui approderà l'utente.
Approvato (esempio)  Approvato (esempio)

URL di visualizzazione: www.Contoso.com/shoe
URL finale: contoso.com/search?p=shoes…
URL della pagina di destinazione: contoso.com/search?p=shoes...

  • Siti in hosting. Per i domini ospitati, può essere consentito l'utilizzo di un URL di visualizzazione descrittivo non corrispondente all'URL della pagina di destinazione. Se ritieni di avere un caso di utilizzo legittimo che rientra in questa categoria puoi opporti al rifiuto.
Approvato (esempio)  Approvato (esempio)

URL di visualizzazione: www.Contoso.com
URL finale: contoso2.hosted-domain.com
URL della pagina di destinazione: contoso2.hosted-domain.com

  • Brand consideration. Per scopi di brand consideration, può essere consentito l'utilizzo di un URL di visualizzazione non corrispondente all'URL della pagina di destinazione. Ad esempio, un noto marchio di prodotto può essere utilizzato come URL di visualizzazione per indirizzare gli utenti verso il portale di vendita generico del proprietario del prodotto. Se ritieni di avere un caso di utilizzo legittimo che rientra in questa categoria puoi opporti al rifiuto.
Approvato (esempio)  Approvato (esempio)

URL di visualizzazione: office.microsoft.com
URL finale: products.office.com/?office...
URL della pagina di destinazione: products.office.com/?office...

Caratteri degli URL

Gli URL visualizzati e gli URL finali possono contenere solamente caratteri latini, ASCII e non possono contenere accenti o segni diacritici. Gli URL visualizzati e finali contenenti caratteri non latini (come ad esempio caratteri cinesi o russi) e caratteri latini con accenti e segni diacritici (ad esempio http://contosé.com) verranno rifiutati.

Pagina di destinazione

  • La pagina di destinazione deve essere disponibile e rispondere in modo affidabile anche nei momenti di maggior traffico.
  • L’URL finale deve reindirizzare a un’unica pagina di destinazione statica e non può reindirizzare gli utenti a una pagina diversa del sito ogni volta che l’annuncio viene selezionato.
  • Utilizza una pagina di destinazione di cui sei proprietario, che controlli, della quale sei un rappresentante autorizzato o alla quale sei autorizzato a inviare traffico.

Leggi i criteri di pertinenza e qualità per ottenere ulteriori informazioni sulle pagine di destinazione e per offrire un'esperienza di qualità rispetto a queste pagine.

Navigazione e comportamento del sito

  • Il pulsante Indietro della pagina di destinazione deve funzionare correttamente e consentire agli utenti di tornare alla pagina Web precedente.
  • La pagina di destinazione non deve:
    • Generare annunci popup e popunder di disturbo. Sono consentite le funzionalità che fanno parte dell'esperienza prevista dal sito nonché le attività non intrusive o avviate dall'utente, come la verifica dell'età o l'accesso.
    • Generare più popup o qualsiasi popup che impedisca ai visitatori di uscire dal sito.
      Illustrazione di una pagina di destinazione che genera diverse finestre popup.
    • Aprire finestre aggiuntive.
    • Ingannare l'utente con "imitazioni" di finestre di dialogo o finestre del browser.
    • Essere progettata per apparire inutilizzabile o per simulare in alcun modo una pagina Web non funzionante.
    • Utilizzare un "falso" comportamento di chiusura. Ad esempio, quando un utente fa clic sul pulsante "Chiudi" della pagina, tale azione deve determinare la chiusura della pagina e non devono verificarsi altri comportamenti:
      Illustrazione di finestra popup che compare quando un utente prova a chiudere una pagina Web attivando invece una „finta“ chiusura.

Per altri criteri relativi alla navigazione e al comportamento del sito, consulta i criteri di pertinenza e qualità.

Help icon Guida alle norme di Bing Ads

         Utilizza questi link per ottenere ulteriori informazioni sulle norme di Bing Ads.